Steve Clayton (Microsoft): “Ogni startup è una storia da raccontare”

“Il mondo è pieno di dati. Da quando ti svegli la mattina sei bombardato di 20 giga di dati: radio, tv, webcast, giornali…ma la gente non ricorda i dati, ricorda le storie. Il nostro compito è creare grandi storie che potranno essere, a loro volta, raccontate di nuovo da tante persone. E le storie possono aiutarti a costruire il tuo brand”.

Steve Clayton è Chief Storyteller di Microsoft, da 8 anni. Ha cominciato per hobby, con un blog. Poi qualcuno si è accorto che quel racconto poteva avere una funzione aziendale. “Hanno deciso di correre un rischio”, spiega Steve. “Io stesso ho deciso di correre un rischio, sei anni fa, trasferendomi dall’Inghilterra a Seattle. Imparare a correre rischi è la prima lezione che un’azienda come Microsoft può offrire a una startup”.

Microsoft ha capito che lo storytelling può cambiare la percezione della società. “Perché investire in storytelling? È molto semplice: le persone sono progettate per consumare e raccontare storie. È nella specie umana”. Dimenticate le case history, che pure non hanno nulla di male.

“Una storia ha un eroe che si mette in viaggio, e l’eroe dev’essere qualcuno dentro la tua organizzazione, oppure un tuo cliente, che inizia un viaggio con un tuo prodotto, incontra delle difficoltà e le supera, con il tuo aiuto.”

Se servissero delle istruzioni per l’uso, buone anche per una startup mille volte più piccola di Microsoft, Clayton le ha. Ecco 5 raccomandazioni fondamentali.

1. “Bisogna aver voglia di rischiare!”

2. “Strada facendo, abbiamo imparato che dobbiamo abbattere alcune nostre difese, per raccontare una storia autentica con alti e bassi, retroscena”.

3. Gli storyteller ideali sono i dipendenti più giovani e appassionati, non necessariamente i capi.

4. Ci vuole talento nella scrittura. E soprattutto bisogna saper catturare l’immaginazione del pubblico, anche in modo inaspettato. “Con Microsoft stiamo sperimentando. Di recente abbiamo pubblicato un libro di fantascienza. E la prossima volta mi piacerebbe cedere a una delle mie passioni personali… e creare un disco in vinile!”

5. Curare l’aspetto visivo. “Non è una sorpresa il successo di startup come Instragram e Pinterest. Oggi un’immagine vale migliaia di parole. Incoraggerei le startup a investire in grande fotografia. Le immagini possono raccontare storie incredibilmente potenti”.

storyteller